Cerca
Close this search box.

Olio Verde

olio verde

Olio Extravergine di Oliva Verde: Caratteristiche e Uso

L'olio extravergine di oliva verde è un prodotto amato dagli appassionati di cucina. Ottenuto dalle prime olive raccolte, di solito a partire da ottobre, questo olio si distingue per il suo colore e sapore intensi, che richiamano l'erba appena tagliata e le olive verdi.

L' olio verde, conosciuto anche come olio extravergine di oliva, è un prodotto apprezzato da molti amanti della cucina. Ottenuto dalle prime olive raccolte, di solito a partire da ottobre, questo olio ha un sapore intenso e fruttato, caratterizzato da note di erba appena tagliata e di olive verdi.
Anche i Romani e Greci ne erano a conoscenza ma poi nel corso dei secoli questa tecnica di raccolta anticipata e produzione è stata abbandonata.
Per poi ricomparire ai primi anni ’90, in quanto il fondatore, Giuseppe “Pino” Ficarella, iniziò a sperimentare diverse varietà di olive e metodi di produzione.

Perché l'olio evo verde sia di qualità, è importante che le olive vengano raccolte quando sono ancora sono verdi e la spremitura avvenga immediatamente dopo la raccolta. In questo modo, si evita che le olive diventino troppo mature e che l'olio perda il suo sapore fresco e intenso.

L'olio extravergine di oliva verde è:

Ricco di polifenoli, sostanze antiossidanti che proteggono il nostro organismo dai radicali liberi e che contribuiscono a prevenire alcune malattie. Inoltre, è una fonte di acidi grassi monoinsaturi, che favoriscono la salute del cuore e riducono il rischio di malattie cardiovascolari.

Per gustare al meglio l'olio extravergine di oliva, è consigliabile utilizzarlo a crudo, ad esempio per condire insalate, verdure cotte al vapore o carni bianche. Grazie al suo sapore intenso, l'olio è in grado di conferire un tocco di freschezza e di aromaticità ai piatti.

Per chi desidera acquistare l'olio evo verde, è importante prestare attenzione alla provenienza e alla qualità del prodotto. In Italia, l'olio verde è prodotto soprattutto in Calabria,Puglia e Sicilia, ma è possibile trovarlo anche in altre regioni del paese.

Per garantire la freschezza del prodotto, è l'olio viene confezionato in bottiglie o lattine, da consumare entro 12 mesi. In questo modo, si evita che l'olio si ossidi e che perda il suo colore,sapore e aromi.

Come riconoscere un buon olio extravergine di oliva: i segreti per scegliere il migliore

Pubblicato il: 28 Aprile 2023
Aggiornato il: 19 Maggio 2023

Olio di Oliva

Foto dello scaffale con una varietà di bottiglie di olio di oliva di diverse marche e provenienze. Le bottiglie sono disposte in ordine e presentano etichette distintive. Questa immagine rappresenta la vasta selezione di oli di oliva disponibili sul mercato

Olio di oliva o extravergine?

La principale differenza tra l'olio di oliva e l'olio extravergine è il metodo di produzione e il grado di acidità dell'olio.
L'olio di oliva subisce processi di raffinazione per migliorare la sua stabilità e rimuovere impurità. È prodotto utilizzando oli di varie qualità, inclusi quelli che non soddisfano gli standard, rendendolo più chiaro, meno aromatico e con un sapore più neutro rispetto all'olio extravergine. Questo processo può compromettere le proprietà organolettiche dell'olio e ridurne il contenuto di antiossidanti e vitamine.

L'olio extravergine si ottiene tramite procedimenti meccanici come la pressatura a freddo delle olive, mentre l'olio di oliva non extravergine, che rappresenta la maggior parte della produzione mondiale, subisce un processo di raffinazione chimica o termica per eliminare gli acidi grassi liberi, le impurità e i sapori indesiderati.
Durante il processo di raffinazione, l'olio d'oliva subisce solitamente operazioni di decolorazione, degommatura, neutralizzazione e deodorazione al fine di eliminare impurità, acidi grassi liberi e odori indesiderati.Questo processo può influire sul sapore e sul valore nutrizionale dell'olio, riducendo alcuni dei suoi componenti benefici come i polifenoli e la vitamina E.

L'olio d'oliva non è extravergine è generalmente meno costoso dell'olio extravergine ed è spesso utilizzato per la cottura ad alta temperatura, poiché ha un punto di fumo più elevato e una maggiore stabilità alle alte temperature. Tuttavia, poiché ha un sapore più neutro rispetto all'olio extravergine, potrebbe non essere ideale come condimento a crudo o per piatti che richiedono un gusto di olio più pronunciato. È importante leggere le etichette e comprendere le differenze tra i diversi tipi di oli,disponibili sul mercato per fare una scelta consapevole in base alle proprie preferenze e alle esigenze culinarie.
In conclusione quando si sceglie l'olio di oliva (olio d'oliva), è importante optare per un olio extravergine di alta qualità. Verifica le informazioni sull'etichetta, come l'origine del prodotto e il metodo di produzione, per assicurarti di ottenere un olio d'oliva autentico e genuino.

Olio per Friggere?

Pubblicato il: 12 Aprile 2023
Aggiornato il: 27 Maggio 2023