+39 340 377 9646

Via Roma F.ne Caroni, n. 138
89844 – Limbadi (VV)

Coronavirus

Questo per l'Italia e il mondo intero è un periodo molto difficile. La pandemia di COVID-19, o Coronavirus, sta costringendo tutti noi a cambiare le nostre abitudini.

Posto che la quarantena e l'isolamento sono le migliori armi in possesso per frenare il contagio, lavarsi le mani ecc. dunque attenersi alle indicazioni sanitari vigenti.

Covid e superifici

Una ricerca condotta dalla prestigiosa Università della California, i ricercatori hanno valutato non solo la capacità del virus di permanere nel tempo su varie tipologie di superfici ma, cosa ancora più importante, ne hanno valutato la conseguente capacità di infettare (chiunque tocchi queste superfici).
In particolare ne hanno analizzato quattro: rame, cartone, acciaio inossidabile e plastica.
Il Coronavirus può resistere fino a 3 giorni su superfici come plastica e acciaio, fino a 24 ore sul cartone e fino a 4 ore sul rame.
Mentre il virus in un ambiente chiuso
può restare nell’aria fino a tre ore dopo.

Fondamentale quindi pulire le superfici con la candeggina diluita, l'alcool e i gel disinfettanti a base di alcool» o come indicato dal ministero della salute.

Il COVID-19 non si trasmette attraverso il cibo

Una cosa è ormai chiara e provata: il COVID-19, così come gli altri virus circolati nel recente passato, non si trasmette tramite gli alimenti. Di bufale a sostegno del contagio alimentare ne sono circolate anche in questo caso, ma non credeteci.

Lo ha affermato chiaramente Marta Hugas, chief scientist dell'Efsa: "Le esperienze di precedenti focolai di coronavirus correlati, come il coronavirus della sindrome respiratoria acuta grave (SARS-CoV) e il coronavirus della sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS-CoV), mostrano che la trasmissione non si verifica attraverso il consumo di cibo. Al momento non ci sono prove che suggeriscano che il coronavirus sia diverso in questo senso".

Rafforzare il sistema immunitario grazie all'alimentazione

Grazie a una sana e corretta alimentazione, e al consumo di alimenti specifici, è possibile rafforzare il nostro il sistema immunitario per rafforzare il nostro organismo da infezioni virali, come il nuovo Coronavirus, e batteriche.

Come sostiene  la dottoressa, biologa nutrizionista, Rosanna Giordano, su Napolitoday: "Per rafforzare le difese immunitarie è fondamentale mantenere in salute l'intestino, “secondo cervello” del corpo e punto focale del sistema immunitario. L’utilizzo frequente di antibiotici, antinfiammatori, antiacidi e alimenti pro-infiammatori facilitano la disbiosi intestinale creando terreno fertile per patogeni o virus. Il nuovo target in ambito immunitario, dunque  è l’ecosistema batterico intestinale, ossia il microbiota, interfaccia che regola gli scambi, l’assorbimento, filtra le sostanze buone da quelle cattive per il nostro organismo e regola l’immunità innata e quella adattativa.

Mantenere in equilibrio l’intestino (condizione di eubiosi) significa preservare il 70% del nostro sistema immunitario. In che modo possiamo farlo? Assumendo regolarmente la giusta quantità di cibi prebiotici e probiotici, ed evitando o limitando i cibi che generano calore (come il latte, il glutine e zuccheri raffinati in generale, che sono causa di un aumento eccessivo di infiammazione e di disbiosi intestinale)“

Olio EVO rimedio naturale

Lo vogliamo precisare subito: chi consuma almeno un cucchiaio al giorno di olio EVO non è immune al virus. Questa era una precisazione dovuta, ma allo stesso tempo possiamo sostenere che un consumo costante di olio EVO - un cucchiaio al giorno è la dose consigliata - rafforza l'organismo.

Avendo acidi grassi e fosfolipidi, l'olio EVO ha un ruolo fondamentale nel riequilibrare la membrana delle cellule bianche del sangue, i linfociti. Quindi lo vogliamo ripetere: un consumo costante di olio EVO non rende immuni dal contrarre il COVID-19, ma sicuramente rende l'organismo più pronto a contrastarlo e combatterlo.

Quindi il consiglio è quello di continuare ad alimentarsi seguendo la dieta mediterranea, in cui l'olio EVO è il re, fa bene alla salute e al di là del coronavirus può essere un fantastico toccasana, come tanti studi hanno dimostrato.